Il Museo dei Tram di Sydney: un salto nel passato

Per gli appassionati di trasporto su rotaia come me, un museo dei tram è un’occasione imperdibile per scorrazzare tra binari e traversine. Non potevo certo perdermi l’occasione di visitare il museo che alcuni appassionati di Sydney hanno dedicato ai loro tram.

IL MUSEO DEI TRAM: LA STORIA SU ROTAIE

Sydney, tram, museo dei tram, Australia, Loftus
Un vecchio tram funzionante

Il primo tram, trainato da cavalli, fece la sua a comparsa a Sydney nel 1879 e, da quell’anno, la rete tranviaria si estese in maniera capillare. Si passò poi ai tram a vapore, a quelli a cavo (come a San Francisco) e nel 1898 comparvero i primi tram elettrici. Nel 1923, la rete, nata prima nella zona centrale per collegare la vecchia stazione dei treni con Circular Quay, aveva raggiunto la massima estensione con ben 291km di binari, collegando quasi tutti i sobborghi con la città.

Con lo sviluppo dell’automobile, i tram fecero i conti con il traffico sempre più congestionato e da molti vennero accusati di essere responsabili di ingorghi e rallentamenti, visto l’enorme numero di carrozze circolanti.

Dopo la seconda guerra mondiale, i politici, seguendo l’esempio di molte città del resto del mondo, decisero di dismettere la rete tranviaria, nonostante l’opinione pubblica fosse di parere contrario.

Nel 1961, con l’ultima corsa si decretò la fine dei tram a Sydney e quasi tutte le carrozze vennero distrutte.

Da allora, tutte le linee tranviarie furono sostituite da linee di autobus che andarono ad aumentare il traffico della città.

Nella primavera australiana del 1997, una nuova linea di moderni tram ha ripreso a collegare il centro cittadino con i sobborghi utilizzando la vecchia linea dei treni merci ormai dismessa.

Dal 2019 la città vedrà un ulteriore sviluppo del trasporto tranviario con l’estensione della linea esistente che tornerà di nuovo nel centro cittadino e a Circular Quay. In pochi anni, inoltre, farà la sua prima comparsa a Sydney la metropolitana!

UN MUSEO DEI TRAM GESTITO DA APPASSIONATI

Sydney, museo dei tram, tram, museo, Australia
Vecchio tram esposto

Il Museo dei Tram di Sydney si trova ad una trentina di chilometri a sud del centro cittadino. Non distante dalla stazione ferroviaria di Loftus, è facilmente raggiungibile con i treni suburbani. Ogni mezz’ora, un convoglio collega la città con il museo in cinquanta minuti scarsi.

Nato pochi anni dopo la dismissione dei binari in Sydney, questo museo vede lo sforzo di numerosi volontari per la conservazione e la manutenzione dei vecchi tram, alcuni perfettamente funzionanti. Dal 1988, una nuova sede ospita un incredibile numero di modelli esposti, tanto da sembrare fin troppo piccola per contenerli tutti.

Si possono vedere alcuni dei primi tram che hanno circolato sulle strade di Sydney e qualche modello proveniente da altre città, non solo australiane. Ci sono le vetture di terza classe, senza porte e con le panche in legno, e una carrozza speciale adibita al trasporto dei detenuti.

I tram funzionanti vengono fatti circolare nei giorni di apertura, solitamente il mercoledì e la domenica, sulla breve linea che dal museo porta all’ingresso del maestoso Royal National Park. Per i patiti di tram, è sempre divertente farsi un giro su un tram storico perfettamente restaurato.

Su questa pagina di YouTube potete salire anche voi su uno dei tram storici restaurati. Il prezzo del biglietto è compreso nell’ingresso al museo e vale sia per l’andata, che per il ritorno. Sul sito ufficiale (esclusivamente in inglese) del museo, clicca qua per vedere, vengono elencate le iniziative speciali organizzate dai volontari, oltre alle informazioni su orari e prezzi.

QUALCHE CURIOSITA’

Facendo anche un po’ il turista per Sydney, trovi il racconto in questo post, ho avuto la fortuna di scoprire qualche aneddoto legato alla storia dei tram locali.

Per esempio, prima che fosse costruita la suggestiva Opera House, al suo posto si trovava una fortezza, Fort Macquarie, adibita a deposito dei tram.

Lungo le strade del centro cittadino, si possono ancora notare in alcuni tratti i vecchi binari dei tram sommersi sotto l’asfalto.

Proprio nel centro città, lungo George Street per arrivare a Circular Quay, hanno fatto la ricomparsa nuovi binari. E’ l’inizio della nuovissima linea due, che tornerà a collegare altri sobborghi. Questo tratto ha la caratteristica di non avere il filo dal quale i tram prendono normalmente corrente. Al suo posto verrà usata una particolare rotaia, posta in mezzo alle altre due.

Nel quartiere Glebe, lungo Glebe Point Road, un tratto di binari è stato preservato in ricordo dell’epoca d’oro dei tram.

Il vecchio deposito dei tram di Rozelle è stato recentemente riconvertito in un elegante centro commerciale, con diversi ristoranti, pizzerie e bar. Per anni è stato abbandonato con diversi tram all’interno, andati vandalizzati e presi di mira dai graffitari. Adesso, due vetture completamente restaurate sono esposte all’ingresso del centro.

Tram, museo del tram, museo, Sydney, Loftus, Australia
Un tram funzionante del museo

UNA BELLA GITA DOMENICALE AL MUSEO

Se si ha parecchio tempo da trascorrere a Sydney, il Museo dei Tram è un’insolita meta per una gita domenicale. Luogo magico per appassionati di tram e treni, è molto consigliato per le famiglie.

Con una gita fuori porta, lontano da mete più turistiche, si può visitare un’attrazione che racconto un po’ della storia recente della città.


 

2 risposte a “Il Museo dei Tram di Sydney: un salto nel passato”

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.