Matera: un “presepe” che il mondo ci invidia

Nel 2019 Matera sarà la Capitale italiana della Cultura e la città vivrà un momento di notorietà a livello mondiale. Già adesso, prestigiose guide turistiche, come Lonely Planetin questa classifica, e importanti giornali internazionali, come scrive il New York Timesin questo articolo, parlano di Matera come località da inserire obbligatoriamente tra le mete del 2018.

BREVE STORIA DI MATERA

Matera, Sassi, Basilicata, inverno, capodanno, anno che verrà, raiuno, rai
Vista dei Sassi di Matera

Nel 2004, Mel Gibson aveva ambientato in questa cittadina il suo film La Passione di Cristo, riportando sotto la luce dei riflettori i Sassi, i due rioni che costituiscono il nucleo storico della città.

I Sassi sono insediamenti urbani che risalgono all’epoca preistorica la cui caratteristica è quella di essere stati scavati all’interno della roccia calcarea. Di fatto sono delle abitazioni ricavate dentro grotte per lo più artificiali. Il Sasso Barisano e il Sasso Caveoso si trovano su due differenti vallate separate da una profonda gola, la Gravina. Hanno subito moltissime trasformazioni nel corso dei secoli, fino ad arrivare ad un terribile stato di degrado che è andato peggiorando fino agli anni ’50 del secolo scorso, quando una legge nazionale ne ha decretato lo sfollamento.

Dal 1983 è cominciata un’opera di recupero che prosegue tutt’ora e gli sforzi fatti sono stati premiati nel 1993 quando l’UNESCO ha decretato i Sassi di Matera Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Oggi i Sassi sono abitati dai cittadini materani e sono anche meta di turisti che trovano all’interno dei due borghi antichi alberghi di pregio, ottimi b&b e ristoranti particolari.

A PASSEGGIO PER MATERA

Ho conosciuto Matera alla fine del 2015. Per lavoro dovevo seguire la preparazione dello spettacolo della notte di San Silvestro nella città dei Sassi e per la prima volta mi sono ritrovato a passeggiare in un mondo incantato.

Arrivare a Matera è abbastanza semplice. A poco meno di 70km da Bari, una comoda strada porta dall’Autostrada Adriatica A14 al centro della città. Il centro storico è da girare rigorosamente a piedi, perdendosi nei vicoli che portano da un Sasso all’altro. La passeggiata può non essere agevole, considerata la natura collinare della città, per cui può capitare di affrontare ripide salite o scalinate impervie.

Lungo le stradine del borgo si affacciano le case ricavate nel tufo. Qualcuna di queste è preservata allo stato di origine ed è visitabile, la maggior parte è abitata. Sono molti i ristoranti che adesso si possono trovare all’interno di queste tipiche abitazioni, con piatti tipici della Basilicata, ma anche della vicina Puglia, con la quale Matera è storicamente legata. La cucina tipica locale offre molti legumi, orecchiette e tagliatelle, carni e formaggi e dell’ottimo pane IGP.

Matera, Basilicata, panorama, vacanza, passeggiate
Scorcio di Matera

Tra un vicolo e una stradina è facile rimanere incuriositi dalla moltitudine di b&b e hotel che si trovano nei borgo storico. Molti di questi sono eleganti sistemazioni dagli arredi ricercati, ricchi di servizi e molto suggestivi. Spesso, i più raffinati ed eleganti hanno anche una vista particolare dei Sassi, sui quali si affacciano con graziosi balconcini.

MATERA SOTTO I SASSI

Nei giorni in cui ho lavorato nella città dei Sassi il clima è stato molto rigido. E’ normale che l’inverno a Matera sia particolarmente freddo, non mancano le piogge ed è possibile anche qualche nevicata.

Particolarmente alto è stato il tasso di umidità, tale da bagnare le strade e rendere scivoloso il basolato. Una caratteristica dei Sassi che potrebbe aumentare l’umidità è la presenza di numerose cisterne sotterranee. Infatti, il sistema idrico che alimenta la città vecchia dalle sue origini è un intricato dedalo di canalizzazioni e cisterne ricavate nella roccia al di sotto delle strade e delle abitazioni.

Alcune di queste sono visitabili, come il Palombaro Lungo, l’imponente cisterna sotto piazza Vittorio Veneto, nel pieno centro della città. Può contenere fino a 5 milioni di litri d’acqua con una profondità di 16 metri. Insieme al Palombaro Lungo è visitabile anche l’Ipogeo Materasum, un grande ambiente sotterraneo accuratamente restaurato. E’ uno dei tanti luoghi di una Matera che si è sviluppata principalmente sottoterra prima dei giorni nostri.

Potete trovare altre informazione sulla Matera sotterranea sul sito sassidimatera.net

Maratea, Palombaro Lungo, Basilicata, piazza Vittorio Veneto, ipogeo, cisterna, sotterraneo
Il Palombaro Lungo a Maratea

MATERA GIORNO E NOTTE

Non mi sono mai stancato di girare per il centro storico di Matera. Nonostante le discese e le risalite, ad ogni angolo c’è qualcosa di emozionante da vedere. Sembra essere infinito il numero delle chiese presenti in città. Si va dalla Cattedrale in stile romanico pugliese con il rosone a 16 raggi e il campanile di 52 metri, alle diverse chiese rupestri scavate nella roccia.

E poi musei all’interno di palazzi nobiliari, il castello Tramontano in stile aragonese e la fontana ferdinandea nella piazza Vittorio Veneto.

Matera rimane però nella mente di chiunque la visiti per assomigliare quasi ad un presepe, con tutte le casette una accanto all’altra. Da qualsiasi belvedere ci si fermi a guardarla, si rimani affascinati dallo spettacolo che la città offre.

Matera, Basilicata, notte, Sassi, ipogeo, chiese, notte, buio, luci, presepe
Matera di notte

Ancora più suggestiva di notte, quando tutti gli edifici sono illuminati e l’effetto è ancora più emozionante. Non mi sarei stancato di guardarla e, se non fosse stato per il freddo, avrei volentieri passato ore affacciato al belvedere di piazzetta Pascoli a guardare il panorama notturno.

CONSIGLI PER LE VACANZE

Non posso che essere d’accordo con le classifiche che mettono Matera tra le prime località da visitare in questo 2018, così come hanno fatto per Siviglia e Canberra. E’ una cittadina dove si vivono emozioni incredibili, si è circondati da tanta bellezza, la gente è cordiale e si mangia molto bene.


Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.